Home / Racconti / Il sesso con una casalinga
sesso con una casalinga

Il sesso con una casalinga

Mi chiamo Marzia ed ho 45 anni. Sono una donna molto piacente, alta 1,68 m con capelli scuri ed un corpo tonico grazie allo stile di vita che mio marito (medico primario del nostro policlinico) mi ha consentito di avere nel corso degli anni.

Nella vita ho sempre desiderato il lusso e la possibilità di poter vivere le mie esperienze liberamente.
Sono stata molto fortunata perché il mestiere di mio marito lo porta spesso fuori casa, lasciandomi sola anche una settimana.

Non dubito del fatto che mio marito mi tradisce con altre donne. D’altronde ogni marinaio che si rispetti ha una donna in ogni porto in cui sbarca. Così sono sicura che mio marito si sia più volte reso protagonista di scopate con sconosciute.

Consapevole di tutto ciò, non ho perso tempo a realizzare ciò che avevo da sempre desiderato. Essere una donna libera, poter provare esperienze sessuali sempre nuove e con persone del tutto sconosciute. I miei amanti mi dicono sempre di essere una gran casalinga porcellona.

Nel mio tempo libero (da mio marito) amo organizzare grandi orgie presso la masseria di famiglia. Avete presente il film Eyes Wide Shut? Benissimo allora avete capito bene cosa potete trovare presso la mia dimora.

A questi incontri sono accettati, però, tutte le persone che entrano nelle mie preferenze sessuali, senza alcuna distinzione di rango sociale.

Una volta avevo trovato particolarmente attraente un ragazzo di colore che avevo conosciuto al bar del paese.
Decisi di invitarlo e quando lo vidi nella mia villa in compagnia di un suo amico (entrambi mascherati ma facilmente riconoscibili) li invitai a seguirmi in una delle camere adibite al sesso.

Mi feci immediatamente spogliare e cominciai a prendere due cazzi in bocca contemporaneamente, le cui dimensioni erano paragonabili ai grandi mandingo dei film porno.

Desideravo prendere entrambi i cazzi contemporaneamente, così non persi tempo a salire sul cazzo del mio amico, mentre il suo compagno cominciava a leccarmi l’ano. Non riuscivo più a trattenere il piacere e spinsi il compagno ad infilarmi il suo grosso pene nel culo.

Il nostro incontro culminò con una venuta simultanea di tutti e tre. Sentivo la figa ed il culo esplodermi di sborra ancora calda. Al termine del nostro amplesso salutai i miei nuovi amici, certa che sarebbero tornati a farmi visita.

Check Also

Racconti di tradimento

Racconti di tradimento

Racconti di tradimento – Mi chiamo Fabio ho 24 anni e vivo con i miei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *