Home / News / Come superare la paura del rifiuto
come superare la paura del rifiuto
come superare la paura del rifiuto

Come superare la paura del rifiuto

Come superare la paura del rifiuto – Davvero molte sono le persone che hanno paura dell’approvazione altrui e del rifiuto altrui. Moltissime sono le cose che, dunque, ognuno di noi è costretto ad affrontare nella propria vita. Il rifiuto può essere una di queste, che sembra uno dei disagi più difficili da affrontare e superare.

In qualsiasi ambito, che sia privato che professionale, affrontare il rifiuto non è semplice, perché si tratta di un fattore che potrebbe abbattere e demoralizzare chiunque, in modo più o meno significativo nei vari soggetti, ma con una maggiore probabilità in tutti i soggetti più fragili. Quindi, a nessuno piace sentirsi dire di no, anche se in maniera cortese ed educata. Per tal motivo, è opportuno seguire delle piccole regole che ci permettano di reagire in maniera positiva di fronte ad un no.

Non assumerti alcuna responsabilità

Il modo migliore per reagire di fronte a un no, consiste nel non prenderla sul personale. Dunque, quando hai un approccio con una qualsiasi persona, significa che ti stai aprendo al mondo, per tal motivo se ricevi un no potresti avere subito una cattiva sensazione. Questo, dunque, è uno dei principali motivi per cui ce la prendiamo sul personale quando veniamo rifiutati.

superare un rifiuto

Il più delle volte, infatti, un soggetto che riceve un no su una cosa per lui importante, potrebbe sentirsi ferito a livello personale. In un momento del genere, dunque, tutti si chiedono se c’è qualcosa di sbagliato in loro, oppure se non valgono abbastanza per gli altri. Dunque, a questo punto si inizia a dubitare di sé stessi fino a mettere in pericolo la propria vita.

Tuttavia, sappiamo bene che un approccio del genere alla fine si rivela negativo e sfavorevole. Per tal motivo, quando si subisce un rifiuto, bisogna guardare il tutto da un’altra prospettiva. Dunque, è necessario considerare quel rifiuto come un no dato alla propria richiesta e non a sé come persona. Se le nostre richieste vengono respinte, dunque, non siamo noi come individui ad essere respinti, ma appunto la richiesta che abbiamo fatto.

Il più delle volte, si ricevono rifiuti quando le esigenze e i bisogni di un’altra persona non combaciano con le richieste che facciamo loro, e non con noi.

Mantieni la tua essenza sulle cose che puoi controllare

Abbiamo la possibilità di semplificare l’oggettività suddividendola in due metà differenti: in questo modo possiamo collocare da una parte le cose che accadono esternamente e dall’altra parte gli eventi interni.

Nel primo insieme, ovvero quello degli avvenimenti esterni, possiamo collocare tutto ciò su cui la nostra forza di controllo è ampiamente limitata, quindi:

  • azioni;
  • comportamenti;
  • eventi a livello naturale;
  • l’ambiente a noi circostante.

Nel secondo insieme, invece vedremo la presenza di tutti quei fattori che sono legati alla nostra personale sfera intima, quindi:

  • emozioni;
  • pensieri;
  • azioni;
  • convinzioni.

Per poter gestire nel miglio modo ogni situazione in cui le nostre proposte e idee vengono respinte, dobbiamo assolutamente acquisire la facoltà di influenzare tutto quello che risiede nella nostra sfera di controllo, quindi tutti gli aspetti che appartengono al secondo gruppo.

come reagire di fronte a un rifiuto

Impiegare il nostro tempo in tutto ciò che non è sotto il nostro controllo, può determinare in tutti noi soltanto un grande senso di impotenza e frustrazione, perché se in qualsiasi modo cerchiamo di tenere sotto controllo tutto quello che vogliamo ma che non possiamo, ci renderà ancora più suscettibili e maggiormente esposti alle situazioni di sconfitta.

Quindi, a prescindere da quello che accade esternamente, abbiamo sempre la possibilità di intervenire, sempre in base alle nostre capacità, sul modo in cui reagiamo agli eventi che accadono e sul nostro umore.

Prepariamoci al Rifiuto

Per poter imparare a reagire di fronte a un rifiuto, dobbiamo prepararci a un eventuale no. Dunque, essere in grado di anticipare un rifiuto da un’altra persona, è un modo che ci aiuta a reagire positivamente, anche se crediamo che la nostra idea non sia sbagliata.

Dunque, per prima cosa dobbiamo sempre essere pronti ai rifiuti, in questo modo abbiamo la possibilità di stabilire dei limiti maggiori rispetto a quelli che potremmo accettare regolarmente. Essendo maggiormente pronti a un rifiuto, dunque, saremo maggiormente in grado di esporci oltre alla nostra zona di comfort, mirando ad esprimere tutte le nostre potenzialità, e magari aumentando le probabilità di ricevere un sì.

Se, quindi, riusciamo a prepararci a un rifiuto, avremo la possibilità di gestirlo nel miglior modo in tutti i momenti in cui potremmo riceverne uno. Ciò, però, non vuol dire che dobbiamo accettare sin dall’inizio un rifiuto, ma significa essere preparati a un rifiuto sulla nostra idea.

Possiamo imparare dai rifiuti

Dietro a ogni rifiuto, si nasconde sempre una valida ragione. In determinati casi la nostra idea, infatti, potrebbe presentare dei punti deboli, mentre in altri casi potrebbe addirittura soddisfare le esigenze dell’altra persona. A volte, se riceviamo un rifiuto, possiamo pensare di aver esposto erratamente la nostra idea, forse abbiamo sbagliato il modo di approcciarci. Dunque, dobbiamo vederla da diversi punti di vista, perché i motivi di un rifiuto possono essere molti e sempre diversi tra loro.

Per qualsiasi motivo venga rifiutata la nostra idea, dobbiamo sempre farne tesoro, proprio perché potrebbe servirci per un altro motivo. Infatti, se riusciamo a comprendere il motivo per cui abbiamo ricevuto un rifiuto, la prossima volta possiamo migliorare le nostre idee e renderle più solide.

Tale prospettiva, dunque, può essere impiegata in molte altre situazioni nelle quali potremo ricevere dei rifiuti. Ti ricordo che tutte le sconfitte che subiamo, sono una buona occasione per migliorare e crescere.

Rifiuto vuol dire Crescita

Dunque, quando riceviamo un rifiuto, proviamo subito delle sensazioni spiacevoli, poiché quando veniamo rifiutati sentiamo di regredire e ogni nostro obiettivo ci sembra lontano e senza speranza. In buona sostanza, ci sentiamo come bloccati, non siamo in grado di contrastare il rifiuto e ci sembra di non avere la possibilità di reagire.

tristeza rifiuto

Quando veniamo respinti, infatti, abbiamo come la sensazione che il nostro tempo sia stato sprecato in un piano nullo. Tuttavia, penso che la realtà sia proprio di fronte a noi. Infatti, tengo a precisare che, secondo me il rifiuto può essere per noi tutti, una valida opportunità di crescita.

Con ciò, sostengo che l’essere respinti sia la giusta occasione per comprendere i nostri punti deboli, cosa vogliono gli altri e qual è la migliore prospettiva per aiutare noi stessi e gli altri nel raggiungimento dei propri obiettivi.

Check Also

una escort deve fare sesso quanto guadagna

Una Escort deve fare Sesso? Quanto guadagna?

Una Escort deve fare Sesso? Quanto guadagna? – Escort è un termine inglese, che tradotto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *