Home / Tv / Valentina Nappi: Pornostar napoletana intervistata dalla Rai
Valentina Nappi: Pornostar napoletana intervistata dalla Rai

Valentina Nappi: Pornostar napoletana intervistata dalla Rai

“In questo momento storico è interessante fare porno, e può essere più interessante di fare design”. Valentina Nappi ritiene che in questo momento ci sia una evoluzione morale ed estetica dove il porno può dare un cambiamento per mescolarsi con altre materie.

Le altre materie hanno bisogno del porno e viceversa. Una intervista di Luisella Costamagna. La passione per il porno di Valentina Nappi è cominciata di pari passo con la conoscenza del sesso: la maggior parte degli adolescenti conosce il sesso proprio vedendo filmati porno.

Valentina dice che il porno è una vocazione. Qual è la differenza fra postituirsi e porno?  Valentina ha un blog che si chiama “In punta di capezzolo”.


Valentina spiega che ci sono tantissimi film porno che sono dei veri e capolavori che nulla hanno da invidiare a film tradizionali: sono film con un valore cognitivo molto alto, è l’approccio che è diverso.

Oggi la pornografia, dice Valentina, non scandalizza più. Scandalizza mettere alla pari altre materie. Il porno avrebbe bisogno di contaminarsi con la “cultura alta” per evolversi. Valentina ha utilizzato “Dafne e Cloe” di Maurice Ravel per la sua esibizione.

Check Also

Chicca e Giovanni: Sesso al Grande Fratello 13

Chicca e Giovanni: Sesso al Grande Fratello 13

L’aveva già detto qualche giorno fa Chicca al suo Giovanni in maniera piuttosto chiara: “Voglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *